xxx xxx porn xxx porn
Home » Uncategorized » E’ morto Melino Romolo bandiera del folklore nel mondo. Lettera in redazione … – Gazzetta Jonica

di Pino Prestia – venerdì 6 febbraio 2015

E' morto Melino Romolo bandiera del folklore nel mondo. Lettera in redazione dei Canterini della Riviera Jonica. Melino Romolo col suo gruppo

Roccalumera – E’ morto Melino Romolo bandiera del folklore nella riviera jonica. Aveva 74 anni. Lo hanno trovato morto in casa gli amici ed i carabinieri, intervenuti dopo che per giorni non si era visto fuori. Viveva da solo e per entrare dentro hanno dovuto sfondare la porta blindata. Impresa non certamente facile. I medici del 118 si sono attivati, ma ormai la vil parca nera lo aveva assalito I funerali si svolgeranno sabato nella chiesa Madonna del Carmelo di padre Gaetano Murolo.  Alla famiglia sentite condoglianza da parte dei giornalisti della Gazzetta Jonica.

Melino è stato una bandiera per il folklore  nei comuni della nostra provincia. Per oltre cinquant’anni è stato il direttore del gruppo dei Canterini della Riviera Jonica. Ha preparato, in collaborazione  con i mitici fratelli Catalfamo, i fratelli Todaro, Enzo Miceli, Natale Franzoni, Ada Ucchino, Pippo Lo Turco ed altri ancora, tantissimi giovani alla cultura del folclore ed ha rappresentato l’Italia al Festival Internazionale del Folklore in Olanda, Inghilterra, Romania e Ungheria. Qualche anno fa ha ricevuto dall’ex sindaco di Roccalumera, Gianni Miasi, un premio speciale alla carriera. “Il gruppo folkloristico di Melino Romolo – ricorda uno dei tanti suoi allievi  – è stato un vero punto di apertura verso il mondo, non solo perché ha partecipato all’estero ai vari raduni internazionali,  ma perché è riuscito ad organizzare a Roccalumera il Festival Internazionale del Folklore, portando giovani di diversa etnia e cultura”.  

Dal Gruppo dei Canterini della Riviera Jonica, riceviamo:

 “L’uomo dalla lunga barba bianca che generazione di bambini hanno guardato con un po’ di timore ma che subito dopo imparavano a conoscere e a volere bene.Quanti possono affermare di essere cresciuti sotto l’ala di quest’uomo? Tanti. Non aveva scelto di avere una famiglia tradizionale ma aveva scelto la sua famiglia allargata: il suo Gruppo Folklorico che creò e gestì con passione per 50 anni. Chi era Melino? Un uomo colto che si circondava di libri, che aveva sede di conoscenza, soprattutto per tutto ciò che riguarda la nostra Terra, le nostre origini e tradizioni. Si illuminava ogni qual volta scopriva cose nuove e fremeva nel poterle trasmettere agli altri. La sua voce incantava e faceva innamorare. La sua voce ci mancherà. Solo l’anno scorso era stato proclamato dalla F.I.T.P.  “PADRE DEL FOLKLORE”, ma lui, in realtà, era qualcosa di più. Lui ha portato il paese di Roccalumera, e la Riviera Jonica in generale, in tutto il mondo. Se la nostra Riviera ha cantato e ballato è grazie a lui e così sarà per sempre. Folkloristicamente parlando, ha cresciuto tanti figli e poi i figli dei figli… Come un padre, ha saputo essere rigido e benevolo allo stesso tempo. Melino, noi Canterini ti diciamo grazie perché è per  te che siamo cresciuti in una realtà di musica, di gioia, di amicizia ed è così che ci siamo formati e siamo diventati adulti. Tu eri sempre lì. E ora che non ci sarai più, continueremo nel tuo ricordo e i nostri figli conosceranno le nostre tradizioni e  la nostra musica grazie a te, perché tu hai voluto così. Ci vedrai ballare da lassù, ci sentirai cantare, ci piace pensare che avrai qualcosa da ridire ma che al contempo ti lascerai scappare un sorriso. Grazie”.

I Canterini della Riviera Jonica

I commenti prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.


Redazione – Google News

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Reply

*

code