xxx xxx porn xxx porn
Home » Salute » L’obesità e il fumo dei futuri papà danneggiano il Dna dei bebé – TGCOM

17:25 – Lo stile di vita dei papà prima prima del concepimento del bebè può arrivare ad alterare il Dna fetale coinvolto nella regolazione delle prime fasi della crescita embrionale. Tra i fattori di rischio ci sono obesità, fumo ed esposizione a sostanze tossiche. Nonostante ciò la loro frequenza tra gli uomini italiani in procinto di diventare padri resta alta. E’ quanto emerge da un sondaggio online svolto dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma su un gruppo di oltre mille volontari.

L'obesità e il fumo dei futuri papà danneggiano il Dna dei bebé

Cosa si rischia con cosa - Il 45% dei futuri padri coinvolti nell’indagine ha dichiarato di essere in sovrappeso o obeso, nonostante ciò alteri il genoma fetale.

Uno su tre (34%) ha dichiarato di fumare, nonostante sia noto il coinvolgimento del fumo di sigaretta nei processi di inibizione della fertilità e nell’aumento del rischio di malformazioni congenite cardiache, anorettali e delle vie genito-urinarie.

Il 22%, infine, ha denunciato l’esposizione a sostanze tossiche, in particolare ai pesticidi (10%). Gli esperti dell’ospedale pediatrico spiegano: “Quando avviene per tempi prolungati, legati a motivi professionali, l’esposizione si rivela dannosa: il maggior rischio di malformazioni, tumori infantili, sotto peso alla nascita, è legato all’esposizione a piombo, gas di scarico, pesticidi, vernici professionali e prodotti di tipo industriale”.

Papà meno consapevoli - Alberto Tozzi, responsabile dell’unità di Medicina predittiva del Bambino Gesù sottolinea: “I futuri papà sono meno consapevoli delle donne che il proprio stato di salute e i propri stili di vita possono influenzare la salute dei figli. E’ importante quindi che questi argomenti siano condivisi all’interno della coppia”.

TAG:
Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma
Alberto Tozzi


Salute – Google News

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Reply

*

code