Pistola, distintivo, radio: le mancate «difese» del carabiniere ucciso

//Pistola, distintivo, radio: le mancate «difese» del carabiniere ucciso

Pistola, distintivo, radio: le mancate «difese» del carabiniere ucciso

Forse si poteva salvare non solo con la pistola («dimenticata» secondo il comandante provinciale dell’Arma Francesco Gargaro) il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. Di certo con radio e placca distintiva, il killer americano avrebbe visto con certezza, senza più dubbi, un uomo delle forze di polizia

Article by [author-name] (c) Il Sole 24 ORE - Italia - Read full story here.

By | 2019-07-31T11:44:23+00:00 July 31st, 2019|Gruppo|Comments Off on Pistola, distintivo, radio: le mancate «difese» del carabiniere ucciso