elektronik sigara
Home » Spettacoli » Sanremo: Fazio svela 14 ‘big’, “rispetto pubblico, non e’ talent” – AGI – Agenzia Giornalistica Italia
09:38 19 DIC 2013

(AGI) – Roma, 19 dic. – Resi noti i nomi dei 14 artisti che prenderanno parte al prossimo Festival di Sanremo nella categoria dei big, condotto anche quest’anno da Fabio Fazio coadiuvato dalla ‘valletta’ Luciana Littizzetto. In gara ci saranno: Arisa, Noemi, Raphael Gualazzi feat Bloody Beetroots, Perturbazione, Cristiano De Andre’, Renzo Rubino, Frankie Hi-Nrg, Giuliano Palma, Riccardo Sinigallia, Antonella Ruggiero, Giusy Ferreri, Francesco Renga, Francesco Sarcina e Ron. Come lo scorso anno, i campioni parteciperanno con 28 canzoni nuove e ogni artista interpretera’ 2 canzoni. Ai 14 big si aggiungeranno le 8 ‘nuove proposte’ gia’ annunciate nei giorni scorsi. La selezione e’ stata fatta dalla direzione artistica del 64.mo Festival di Sanremo, composta dallo stesso Fabio Fazio con Claudio Fasulo, Pietro Galeotti, Massimo Martelli, Francesco Piccolo, Stefano Senardi, Michele Serra e con la collaborazione del direttore musicale del Festival, Mauro Pagani.

VIDEO: SANREMO 2013, POLEMICHE PER L’INTERVENTO DI CROZZA

Fabio Fazio spiega che la parola d’ordine e’ la contemporaneita’. “Credo che contemporaneita’ sia la parola d’ordine di questo Festival e spero che verra’ riconosciuta e apprezzata dal pubblico”, ha detto il presentatore ospite del Tg1. “Abbiamo cercato oltre alla rappresentazione del classico di essere soprattutto contemporanei, abbiamo scelto pezzi che ci sembrano assolutamente interessanti, che immaginiamo possano interessare le radio, quindi il mercato, gli ascoltatori e il pubblico degli appassionati di musica”. Fazio ha aggiunto “trovo molto rispettoso nei confronti della musica non fare per Sanremo un cast televisivo ma fare un cast che rispetti esattamente il senso della musica di oggi, e quindi che rispetti gli ascoltatori”. E quindi “oggi piu’ che mai Sanremo dev’essere l’eccellenza di questo aspetto, ci sono talmente tanti talent… Sanremo dev’essere invece il luogo in cui viene ascoltata dalla maggior parte delle persone possibili la musica d’oggi”.


Spettacoli – Google News

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Reply

*

code