xxx xxx porn xxx porn
Home » Salute » Sotto il sole pelle dimenticata: il 44% – Corriere della Sera

Tutti coloro che partono per le vacanze in località assolate conoscono i danni che i raggi ultravioletti comportano per la salute e la bellezza della pelle. Quasi tutti (il 97,4%) mettono lo schermo solare in valigia. Ma le buone abitudini finiscono qui. Il 72% dei vacanzieri si sottopone a lampade solari nelle settimane che precedono il viaggio e ben il 44,4% ritorna dalla vacanza con scottature della pelle, nel 29,9% dei casi dolorose. I dati emergono da una ricerca condotta su 1.065 passeggeri di diverse nazionalità, uomini e donne di età superiore ai 35 anni, in transito all’aeroporto di Basel-Mulhouse (Svizzera francese), diretti ai Caraibi, isole Canarie e Sudafrica. L’indagine è pubblicata sul British journal of dermatology. Intervistati alle partenze, agli arrivi e nell’ambulatorio di medicina del turismo dell’aeroporto, i vacanzieri hanno ammesso di trascurare la pelle pur di abbronzarsi. Sono tante le abitudini errate evidenziate nella ricerca, dall’applicazione poco frequente delle creme solari alla assoluta trascuratezza di alcune aree del corpo che si scottano di più.

Le zone più a rischio

«Il tasso di scottature di ritorno da vacanze in località ad alta intensità di raggi ultravioletti è enormemente alto, anche se il totale delle persone intervistate ha dimostrato una ottima conoscenza dei rischi per lo sviluppo di tumori e dell’invecchiamento precoce» precisa Christian Surber, del Dipartimento di dermatologia dell’Università di Basilea, che ha condotto il sondaggio. Il 97,4% dei passeggeri intervistati aveva un filtro solare nel bagaglio, il 93,8% occhiali da sole, il 63,6% un cappello e il 4,1% abiti addizionati con i filtri solari. In vacanza però il 44,4% si è scottato e il 29,9% ha sofferto per la gravità delle ustioni. Le aree più colpite dalle bruciature sono il viso (56,9%), collo e spalle (27,1%), decolleté (27,1%), braccia (24,3%) e tronco (16%). Complici di tanti errori sono stati la discontinuità nell’applicazione degli schermi solari, l’esposizione al sole nelle ore centrali della giornata e il non utilizzo di cappelli e vestiti. (Fonte: Ansa)

23 maggio 2014 | 15:27

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright 2014 © Tutti i diritti riservati. | RCS Mediagroup S.p.a. – Via Angelo Rizzoli,8 – 20132 MIlano. | CF, Partita I.V.A. e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n.12086540155 | R.E.A. di Milano: 1524326 | Capitale sociale 475.134.602,10 | P.IVA 12086540155 | Titolare della Privacy | Gestione Abbonamento


Salute – Google News

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Reply

*

code