Home » Scienza E Tecnologia » Xperia Z Ultra, anche Sony scommette sui phablet – Il Sole 24 Ore
Storia dell’articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 25 giugno 2013 alle ore 19:15.

Xperia Z Ultra, anche Sony scommette sui phablet - Foto

Le dimensioni dello schermo, 6,44 pollici di diagonale, lo collocano di diritto nella categoria degli ibridi a metà strada fra smartphone e tablet. Presentando il nuovo Xperia Z Ultra, Sony entra quindi in campo in un segmento che gli analisti ritengono dotato di grandi potenzialità di crescita ma che finora (Samsung Galaxy Note a parte) non ha attecchito sulla massa dei consumatori.

Il terminale che la casa giapponese mette in campo, questo è per lo meno certo, non ha nulla da invidiare a quelli della concorrenza (Huawei, Lg, Asus, Zte) sotto il profilo delle caratteristiche tecniche. Anzi. Al sistema operativo Android versione 4.2.2 Jelly Bean con interfaccia personalizzata, fa eco infatti un display Full Hd a 1080p forte delle tecnologie Triluminos e X-Reality di Sony, che promettono livelli qualitativi sopra la media quanto ad ampiezza e disponibilità di colori e nitidezza delle immagini.

Processore quad core, doppia fotocamera e connettività Lte
A completare la dote dell’Xperia Z Ultra concorrono quindi un processore a quattro cervelli Qualcomm Snapdragon 800 da 2,2 GHz, una memoria interna di 16 GByte (di cui 11 a disposizione dell’utente) espandibile fino a 64 GByte via scheda microSD, una batteria da 3000 mAh e connettività Wi-Fi, Bluetooth e 4G Lte. Di serie sono presenti anche due fotocamere, una frontale da 2.0 megapixel e una posteriore con sensore Exmor RS da 8.0 megapixel capace di registrare video in formato Hdr (High Dynamic Range).
Dal punto di vista estetico e dell’esperienza d’uso il phablet esibisce invece un profilo molto sottile e il vanto di essere resistente all’acqua e alla polvere con elementi di impermeabilizzazione migliori di quelli già visti a bordo di altri smartphone Xperia. Nel solco del Note di Samsung, la “new entry” di Sony ha infine dalla sua il pregio di riconoscere la scrittura a mano libera (si potranno prendere appunti tramite apposita app mentre si effettua o riceve una chiamata) e la peculiarità di funzionare con qualsiasi tipo di pennino o matita che abbia una punta con diametro di oltre un millimetro (non si accompagna quindi a una speciale stilo digitale come il phablet coreano).

Tecnologia Nfc e a bordo dello SmartWatch 2
Il debutto dell’Xperia Z Ultra su scala globale è previsto a partire dal terzo trimestre (nelle colorazioni bianco, nero e viola) e non ci sono al momento indicazioni precise circa il prezzo di listino.
Da settembre, invece, sarà in vendita il nuovo orologio intelligente di Sony, lo SmartWatch 2, battezzato in sede di annuncio dal produttore nipponico come “il secondo schermo per il vostro smartphone Android”. Il gadget si presenta in effetti con funzionalità di notifica e di telecomando a distanza del telefonino, circa 200 app dedicate (con oltre un milione di download finora effettuati) e la tecnologia Nfc per collegarsi ad altri dispositivi con un semplice tocco. Come l’Xperia Z Ultra è anch’esso resistente all’acqua. E soprattutto, come fanno notare piccatamente i manager di Sony con riferimento agli smart watch di Apple e Samsung, è pronto per vedere il mercato.

Permalink


Scienza e tecnologia – Google News

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Reply

*